Dopo il Covid la definizione delle responsabilità mediche e sanitarie in situazioni emergenziali non può più essere rimandata

di l

Sarebbe gravissimo se, anziché concentrarci sulla costruzione e reingegnerizzazione del sistema, ci dovessimo concentrare su ipotesi difensive che controbilanciassero le nuove risorse in arrivo. Federsanità presenterà nei prossimi giorni una richiesta al Governo e agli organismi comunitari, affinché valutino l’ipotesi di un intervento comunitario e di un disegno di legge in tal senso

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo pubblicato su Quotidiano Sanità a firma di Tiziana Frittelli (Presidente FederSanità), Maurizio Hazan (Managing Partner Studio legale Taurini-Hazan) e Pasquale Giuseppe Macrì (Segretario Nazionale MeLCo).